Istituto Comprensivo di Lozzo Atestino

Istituto Comprensivo Statale  Lozzo Atestino

Cerca

Nell’ambito del piano digitale triennale di istituto, la nostra scuola intende avviare l’introduzione di processi didattici innovativi per l’apprendimento dei concetti di base dell’informatica attraverso il coding e promuovere lo sviluppo del pensiero computazionale. La sperimentazione prevede l’adozione di strumenti di facile utilizzo e di attività ludiche che non richiedono un’abilità avanzata nell’uso del computer e in certi casi, l’uso di alcun strumento tecnologico.

Attraverso queste attività gli alunni verranno incoraggiati a mettere ordine tra i propri pensieri, a risolvere i problemi, a liberare la loro creatività e sviluppare il problem posing-solving, affinché individuino soluzioni creative ai problemi. Verranno guidati in un processo di sviluppo costituito dalle fasi di selezione, creazione, verifica e valutazione, che si intersecano con attitudini comunicative, attraverso il lavoro di gruppo e la condivisione delle proprie idee con gli altri.

Alfabetizzazione digitale e sviluppo del pensiero computazionale, sono essenziali e indispensabili alle nuove generazioni per l’apprendimento di quelle competenze fondamentali per essere in grado di inserirsi consapevolmente nella società digitale, non come consumatori passivi, ma come cittadini culturalmente attrezzati. Il pensiero computazionale si affianca al saper leggere, scrivere e far di conto, come quarta abilità di base.

I benefici di questa abilità di base si estendono a tutti gli ambiti disciplinari per affrontare problemi complessi, ipotizzare soluzioni che prevedono più fasi, immaginare una descrizione chiara di cosa fare e quando farlo. In quanto processo mentale per la risoluzione di problemi costituito da strumenti concettuali utili per affrontare molti tipi di problemi, non solo direttamente applicati al mondo digitale, il pensiero computazionale sviluppa ed esalta predisposizioni e attitudini culturali utili all’apprendimento di qualsiasi disciplina scolastica.

La progressione didattica relativa al Coding va sviluppata in verticale dalla più tenera infanzia fino all’Università e anche oltre, in riferimento all’apprendimento lungo tutto l’arco della vita (lifelong learning). La diffusione del Coding si espande in un compendio di progettazione e pianificazione trans-curricolare che investe tutte le discipline. Un altro strumento molto efficace allo sviluppo del pensiero computazionale è certamente la robotica educativa. Essa è la concretizzazione di quanto gli alunni “progettano” con il coding. Attraverso infatti strumenti pensati appositamente per la didattica (Bee Bot, Blue Bot, Lego Mind, Arduino ecc) si può completare il percorso formativo iniziato con il coding, utilizzando gli algoritmi per “programmare” robot o altre entità tecnologiche, così da realizzare una vera e propria intelligenza artificiale.